Stop alle Targhe Prova sulle Auto Immatricolate

Stop alle Targhe Prova sulle Auto Immatricolate

Ebbene sì, dal 1° Settembre c’è un grande cambiamento per i Concessionari ed i Rivenditori di Autoveicoli. Con la sentenza della Cassazione (III Sezione Civile, nr. 17665 del 25/8/2020), viene fatto divieto d’uso delle targhe prova su auto già immatricolate, che non potranno quindi più essere usate per effettuare test drive con i clienti.

La restrizione, impedirà l’utilizzo di vetture immatricolate per dimostrazioni su strada, andando a minare la copertura assicurativa delle stesse, perché pur in assenza di carta di circolazione, la targa e quindi l’immatricolazione del mezzo, saranno sufficienti per essere considerati come deroga.

Sostanzialmente la targa prova, ad oggi, rappresenta una deroga di immatricolazione e documentazione che va fatta prima della cosiddetta messa in circolazione sempre se l’auto in questione non è già in regola. A quel punto, allora, cambia tutto e la deroga non è funzionale allo scopo finale.

Non è la prima volta che nel nostro paese si decide a livello legislativo in favore dello stop delle targhe prova su auto immatricolate. La circolare nr. 300/A/4341/18/105/20/3 del 30 Maggio 2018, riportava infatti l’inadempienza delle auto immatricolate in visione dell’articolo 98 del Codice della Strada.

Di cambiamenti nel nostro paese, a maggior ragione in un settore come quello automobilistico, ce ne sono veramente molteplici. Pertanto, restiamo in attesa di eventuali ulteriori sviluppi.

Se reputi che i nostri approfondimenti siano utili, continua a seguirci. Alla prossima!

Utilizziamo Cookies tecnici e/o Plugin per il regolare funzionamento del sito. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi