Professione levabolli: una figura sempre più richiesta

Professione levabolli: una figura sempre più richiesta

I continui sbalzi climatici di questi anni stanno rendendo le temperature e gli eventi atmosferici sempre più variabili e imprevedibili. Non ci sono solo tempeste e temporali a spaventare gli automobilisti, ma anche la sempre più costante presenza di grandine d’estate. Dati alla mano, durante l’estate 2020 in Europa si è registrato un incremento di grandinate del 7% rispetto al 2019, trascinando con sé danni e bolli, anche molto gravi, alle carrozzerie delle auto.

Per questo negli ultimi tempi sta emergendo una figura sempre più richiesta, quella del tecnico levabolli: non un semplice riparatore, ma una figura professionale specializzata e formata esclusivamente per questa tipologia di interventi. Diverse sono le tecniche utilizzate per la levigatura della lamiera della carrozzeria rovinata dalla grandine.

La più famosa, la PDR o Paintless Dent Repair, viene usata principalmente in assenza di danni alla vernice e impiega una spinta nella direzione opposta a quella della conca del bollo, facendo in modo di far rientrare nella posizione originaria la lamiera.

Un’altra tecnica molto conosciuta, a metà tra la PDR e le vecchie lavorazioni tradizionali, è quella del PTP o Push To Paint, dove in presenza di danni alla verniciatura, vengono applicate le leggi fisiche del PDR, ma aggiungendo la copertura dei graffi sulla vernice in fase di lavorazione.

Se reputi che i nostri approfondimenti siano utili, continua a seguirci. Alla prossima!

Utilizziamo Cookies tecnici e/o Plugin per il regolare funzionamento del sito. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi