Auto uso Promiscuo: Cos’è e come averla

Auto uso Promiscuo: Cos’è e come averla

Sempre più spesso si sente parlare di auto a uso promiscuo, ovvero quella tipologia di vetture aziendali in formula di affitto, messe in dotazione al singolo dipendente da parte della propria azienda. Anche se il termine può far alzare qualche sopracciglio, definisce il fatto che l’auto può essere utilizzata non solo a fini lavorativi ma anche per motivi personali.

Rientrano, quindi, a tutti gli effetti nella categoria del fringe benefit, ma non sono da confondere con le auto in pool, dove le vetture a disposizione sono a concesse ai lavoratori a seconda delle diverse necessità aziendali e non è previsto un uso personale del mezzo.

I vantaggi di un’auto ad uso promiscuo ovviamente sono molteplici per entrambe le parti: il dipendente non dovrà gestire i costi dell’acquisto o noleggio della vettura e non dovrà prendersi carico dei costi di gestione. Allo stesso tempo, l’azienda riceve dei vantaggi fiscali molto appetibili, perché la vettura in concessione al dipendente è deducibile al 70%.

Termini e obblighi di utilizzo sono regolati da un contratto di assegnazione e personalizzati in base alle esigenze del datore di lavoro e dell’utilizzatore finale del mezzo. L’unica clausola inderogabile è che il dipendente deve avere un regolare contratto di lavoro, indipendentemente dall’inizio del rapporto lavorativo.

Se reputi che i nostri approfondimenti siano utili, continua a seguirci. Alla prossima!

Utilizziamo Cookies tecnici e/o Plugin per il regolare funzionamento del sito. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi