Veicoli Commerciali: ripartenza in salita

Veicoli Commerciali: ripartenza in salita

È finalmente positivo il segnale che sta arrivando dal mercato dei veicoli commerciali. Dopo il lungo periodo di fermo del lockdown che ha portato un calo del 34% nelle vendite, inizia a vedersi una ripresa nel semestre che fa ben sperare tutto il settore.

La ripresa da luglio a settembre è stata una vera boccata d’ossigeno, ma le previsioni di Dataforce, agenzia di ricerche di mercato nel settore automotive, riportano, come prevedibile, una chiusura dell’anno in negativo rispetto al 2019, stimata intorno al -19% e 145.000 LCV (veicoli commerciali leggeri).

Un dato che invece continua a crescere è quello del noleggio a lungo termine, che supera quota +25%. Il noleggio a breve termine, al rovescio della medaglia, non riporta un sostanziale miglioramento e mantiene un 6%.

Per quanto riguarda le immatricolazioni dirette dei privati e delle aziende, nel 2020 rappresentano il 64% delle vendite totali, mentre le auto-immatricolazioni sono poco più del 4%. Altro fattore positivo degno di nota è il canale di acquisto diretto delle aziende (+17.88%).

Anche se la ripresa è evidente, secondo i dati stimati di Dataforce, tutti i canali chiuderanno quest’anno con un passivo prevedibile, ma dall’impatto futuro da non sottovalutare.

Se reputi che i nostri approfondimenti siano utili, continua a seguirci. Alla prossima!

Utilizziamo Cookies tecnici e/o Plugin per il regolare funzionamento del sito. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi