Diesel Euro 6D: confermata l’entrata in vigore dal 1° gennaio 2021

Diesel Euro 6D:  confermata l’entrata in vigore dal 1° gennaio 2021

Come confermato dalla Commissione Europea, dal 1° gennaio verrà introdotto il nuovo standard di omologazione per i veicoli Euro 6d, che respinge quindi la richiesta di un rinvio dell’entrata in vigore avanzata dal settore automotive.

Infatti, lo scorso luglio l’Acea, l’Associazione dei Costruttori Automobilistici Europei, ha presentato alla Commissione Europea la richiesta di rinviare di 6 mesi l’introduzione del nuovo standard a causa dell’emergenza Coronavirus, senza però ottenere alcun successo.

Il nuovo standard di omologazione è stato pensato per simulare le condizioni di guida reale, con l’obiettivo di limitare le emissioni di gas inquinanti prodotti dai veicoli stradali. I costruttori saranno quindi obbligati a realizzare automobili più ecologiche rispettando i livelli decrescenti di ossido di azoto. Questo stesso standard introduce inoltre anche un nuovo sistema di misurazione del consumo di carburante (FCM).

L’Acea ha sottolineato diverse criticità dovute al Covid, come le misure restrittive imposte dai governi nazionali e le chiusure delle attività produttive. Tuttavia la Commissione ha spiegato all’industria automobilistica che “la flessibilità normativa non dovrebbe comportare alcun ritardo o annullamento delle ambizioni ambientali dell’UE e dei suoi impegni sull’Accordo per il Clima di Parigi”, aggiungendo che il modo migliore per promuovere la competitività e l’innovazione è proprio una rigorosa normativa ambientale.

Se reputi che i nostri approfondimenti siano utili, continua a seguirci. Alla prossima!

Utilizziamo Cookies tecnici e/o Plugin per il regolare funzionamento del sito. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi