Segmenti A e B: fine scommessa dei Costruttori di Auto?

Segmenti A e B: fine scommessa dei Costruttori di Auto?

Segmento A o B? Purtroppo, i Costruttori stanno concentrando le loro risorse su segmenti che offrono margini ben più alti, e le auto di segmento A e B sono quelle che offrono minori margini di profitto. Ma vediamo nel dettaglio alcuni esempi concreti.

Non a caso l’auto più venduta in Italia, anno dopo anno, é proprio quella di segmento A: la Fiat Panda. Ma sono diversi i modelli che hanno abbandonato la scena, già nel 2019: Opel Karl, Opel Adam e Ford Ka.

Quest’anno lasciano il mercato anche due piccole francesi, la Citroen C1 e la Peugeot 108. Lo spazio lasciato da 108 verrà occupato dalla 208, sorella maggiore, più grande e moderna. La C1 va in pensione dopo 17 anni, venduta in 1,2 milioni di esemplari, di cui quasi 200.000 in Italia. Nel 2014, furono rilanciate le versioni 3 e 5 porte, oltre a diverse serie speciali. Il suo posto, non verrà preso da una più grande ma da una piccolissima: Citroën Ami. Elettrica e guidabile dai 14 anni di età, è un esempio di successo di micromobilità, anche se ovviamente non potrà mai sostituire una vettura tradizionale.

Il segmento B rappresenta la fascia di vetture più importante del mercato italiano, con una quota pari al 38%. Compatte, ma con più spazio a disposizione rispetto alle citycar di segmento A, sono molto in voga anche nelle flotte aziendali.

Fiat manca nel segmento B laddove è sempre stata molto forte, destinato a rimanere scoperto almeno fino al 2023 con la nuova Panda. Non saranno più prodotte, inoltre, né Audi A1 né Audi Q2. La piccola due volumi, la A1 è lunga poco più di 4 metri, lanciata nel 2010, ha avuto un discreto successo di vendite ma la sua avventura finisce qui: elettrificarla sarebbe stato troppo costoso. Audi Q2 è invece più recente: il Suv compatto ha esordito nel 2016 e non sarà rimpiazzato. Audi si sta riallineando come marchio premium e la gamma verrà amplificata solo verso l’alto.

Se questo argomento ti è piaciuto, continua a seguirci per altre novità. Alla prossima!