Stop ai motori termici dal 2035: primo ok della Commissione UE

Stop ai motori termici dal 2035: primo ok della Commissione UE

La Commissione Ambiente del Parlamento Europeo ha espresso parere favorevole e quindi approvato, seppur con una ristretta maggioranza (46 voti favorevoli, 40 contrari e 2 astensioni), la proposta presentata dalla Commissione UE per vietare la vendita di motori termici a partire dal 2035. Tale data é il momento in cui dovrebbero essere bandite auto a benzina, diesel e gpl.

Un voto che esprime una posizione opposta rispetto a quello dello scorso mese di aprile della Commissione Trasporti dell’Europarlamento, che aveva respinto (27 voti favorevoli, 14 contrari e 7 astensioni) la proposta, frenando di fatto sulla data per il bando dei motori a combustione.

Il testo passerà ora al vaglio del Parlamento Europeo, il tutto sarà previsto a giugno prossimo. Si tratta in pratica del primo voto dell’UE su un regolamento del pacchetto “Fit for 55” (ne avevamo parlato in questo articolo), che prevede il taglio del 55% delle emissioni di CO2 entro il 2030.

Tra gli altri emendamenti approvati, che dovranno passare l’esame e poi essere negoziati con il Consiglio UE, una proposta per finanziamenti mirati a garantire una transizione equa nel settore automobilistico, e una metodologia comune per valutare l’intero ciclo di vita delle emissioni di CO2 di autoveicoli immessi sul mercato comunitario. 

La posizione della Commissione Ambiente, é stata condivisa dai deputati M5S Giuseppe Chiazzese e Luca Sut, che hanno aggiunto: “Oggi il messaggio dell’Europa è stato inequivocabile: l’Italia si adegui immediatamente e smetta di sostenere l’acquisto di vetture alimentate con carburanti fossili”.

Se questo argomento ti è piaciuto, continua a seguirci per altre novità. Alla prossima!